Integrazione socio-sanitaria

UOC Integrazione Socio Sanitaria

L’Unità Operativa Complessa Integrazione Socio Sanitaria supporta la Direzione e le Strutture dipartimentali e distrettuali nella governance dei processi gestionali e professionali che sottendono all’intero sistema sociosanitario.

L’UOC svolge i seguenti compiti:

  • concorrere, con le altre articolazioni aziendali e comunali, ad analizzare i bisogni socio-sanitari (in particolare, delle disuguaglianze sociali nell’accesso ai servizi), al monitoraggio delle attività socio-sanitarie, alla costruzione di un Sistema Informativo Socio-Sanitario Integrato;
  • nel rispetto della normativa vigente in materia di integrazione socio-sanitaria predispone le linee d’indirizzo aziendali per la omogenea applicazione degli stessi a livello territoriale, relativamente alle funzioni di competenza e garantendo, ai Distretti Sanitari e ai Dipartimenti, il supporto procedurale e metodologico per realizzare il lavoro in rete e l’attuazione integrata dei percorsi e dei processi per la continuità assistenziale;
  • propone la programmazione, fornisce gli indirizzi e coordina funzionalmente le attività sociosanitarie ad elevata integrazione, con particolare riferimento ai LEA sociosanitari, per la concreta integrazione degli interventi sanitari e sociali, anche con il coinvolgimento di Enti terzi, al fine di garantire risposte tempestive e qualificate al bisogno di salute della popolazione, per arrivare alla condivisione di un percorso che possa accompagnare  il cittadino nelle varie fasi della presa in carico: dall’accesso (attraverso la Porta Unitaria – PUA), alla valutazione dello stato di bisogno, all’elaborazione di un progetto individualizzato (attraverso la Unità di Valutazione Integrata – UVI), per giungere all’attivazione dei relativi servizi e delle prestazioni conseguenti;
  • propone l’assegnazione annuale delle risorse economiche ai territori per garantire gli interventi e le prestazioni SocioSanitarie a rilevanza sanitaria, come da rilevazione del fabbisogno annuale condiviso anche con gli Ambiti territoriali
  • si attiva per aggregare tutte le attività assistenziali socio-sanitarie ad elevata integrazione sanitaria, individuate dal DLgs 229/99, dal DPCM 14.02.01 e dal DPCM 29.11.01, e costituenti nel loro insieme l’Area Socio-Sanitaria ad Elevata Integrazione Sanitaria (materno-infantile, anziani, disabili fisici, psichici e sensoriali, salute mentale, dipendenze da droga, alcool e farmaci, patologie per: infezione da HIV, patologie in fase terminale, inabilità o disabilità conseguenti a patologie cronico-degenerative, assistenza ai detenuti affetti da dipendenza o disturbi mentali). Ciò anche al fine di promuovere una integrazione operativa tra le stesse, una cultura e una metodologia del lavoro integrata;
  • partecipa alla formulazione dei protocolli relativi alla “dimissione sociosanitaria protetta” Ospedale – Territorio, ed a quelli relativi all’ADI;
  • cura in particolare il livello organizzativo, gestionale ed operativo della integrazione socio-sanitaria territoriale, avvalendosi funzionalmente degli Uffici Socio-Sanitari distrettuali;
  • partecipa ai Tavoli di Coordinamento Istituzionali quale delegato della Direzione Aziendale;
  • – Assicura il supporto tecnico per la definizione delle politiche socio-sanitarie a livello di Distretti e di Coordinamenti Istituzionali d’Ambito, per la elaborazione dei rispettivi strumenti di programmazione del P.A.T. e del P.d.Z. In tal senso partecipare all’Ufficio di Piano, dove rappresenta il livello centrale aziendale, unitamente con i Direttori dei Distretti Sanitari che sottoscrivono il PDZ per la parte afferente al proprio Distretto Sanitario.
  • – propone la programmazione, fornisce gli indirizzi e coordina le attività socio-sanitarie in favore di immigrati e senza fissa dimora;
  • – presidia e coordina gli interventi e le attività del Servizio Civile Universale della ASL

 

Direzione e contatti

Direttore: Maria Femiano
maria.femiano@aslnapol2nord.it
segreteriasociosanitaria@aslnapol2nord.it
integrazionesociosanitaria@aslnapol2nord.it
integrazionesociosanitaria@pec.aslnapoli2nord.it
Telefono Segreteria: 081 18840231

 

Organizzazione dell’Unità

Sono incardinati gerarchicamente nella UOC Integrazione SocioSanitaria i seguenti incarichi:

  • UNITÀ OPERATIVA “Migranti e Senza Fissa Dimora”
    Responsabile: Domenico Zaia.
    Telefono: 081/18840223;
    zaia@aslnapoli2nord.it
  • INCARICO DI ALTA SPECIAIZZAZIONE “Progetti Terapeutico-Riabilitativi (PTRI) sostenuti da Budget di Salute (BdS) e percorsi per il Dopo di Noi”
    Responsabile: Pietrina Bianco.
    Telefono: 081/18840573;
    bianco@aslnapoli2nord.it
  • POSIZIONE ORGANIZZATIVA DI SERVIZIO SOCIALE “Monitoraggio strutture sanitarie, socio-assistenziali e per migranti”
    Responsabile: Gerarda Molinaro.
    Telefono: 081/18840232;
    molinaro@aslnapoli2nord.it
  • POSIZIONE ORGANIZZATIVA AMMINISTRATIVA “Gestione attività amministrative e di verifica procedure STP”
    Responsabile:  Vanda Di Napoli.
    Telefono: 081/18840763;
    dinapoli@aslnapoli2nord.it

È incardinato nella UOC Integrazione SocioSanitaria l’Ufficio di Servizio Civile
Responsabile: Maria Femiano
Telefono: 081 18840234 – 081 18840231;
serviziocivile@pec.aslnapoli2nord.it ;
servizio.civile@aslnapoli2nord.it

 

Uffici che fanno hanno un collegamento funzionale con l’UOC Integrazione Socio Sanitaria:

  • gli Uffici SocioSanitari dei Distretti Sanitari  – In ogni Distretto Sanitario è individuato un Ufficio Socio Sanitario che, in staff alla Direzione distrettuale e funzionalmente collegato alla UOC Integrazione SocioSanitaria aziendale, in stretto rapporto con i servizi distrettuali, supporta la direzione distrettuale nella programmazione e realizzazione dell’integrazione tra le attività di assistenza territoriale e con l’assistenza sociale e sovrintende ai processi delle attività di accoglienza e prima valutazione (PUA) nonché a quelli della valutazione funzionale Multidimensionale e della definizione di Progetti Assistenziali Individuali, restando, la gestione di questi ultimi, di competenza dei servizi distrettuali.
  • le Porte Unitarie di Accesso (PUA) dei Distretti Sanitari – Il Distretto Sanitario è il principale punto d’accesso, non solo ai servizi distrettuali ma alla rete generale dei servizi sanitari e sociosanitari. Tale soluzione si sostanzia, operativamente, nell’organizzazione di punti di accesso territoriali, governati logicamente dalla PUA distrettuale.

La PUA (Porta Unica di Accesso) è una modalità organizzativa che può prevedere specifici spazi ma deve essere intesa soprattutto come modello e funzione di integrazione e raccordo stabile dei diversi punti e nodi di accesso sanitari e sociali a cui il cittadino si rivolge, eliminando duplicazioni e sovrapposizioni. Ad essa compete:

– la funzione di accoglienza e informazione

– la funzione di valutazione di primo livello, finalizzata ad avviare un percorso di accesso al sistema dei servizi che, a seconda dell’intensità delle situazioni problematiche espresse, semplici o complesse, possa prevedere:
o l’invio ai servizi sanitari o sociali
o l’attivazione della valutazione multidimensionale finalizzata ad una presa in carico integrata
o la attivazione di tutte le risposte necessarie a soddisfare la richiesta ed il bisogno del cittadino in relazione alle risorse disponibili.

Spetta alla Porta Unitaria di Accesso discriminare il bisogno espresso dal cittadino ed avviare un percorso di accesso al sistema dei servizi che, a seconda dell’intensità delle situazioni problematiche espresse, semplici o complesse, possa prevedere l’invio ai servizi sanitari o sociali o l’attivazione della valutazione multidimensionale finalizzata ad una presa in carico integrata.

  • Le Unità di Valutazione Integrate (UVI) dei Distretti Sanitari

Il Distretto Sanitario, attraverso la PUA e la Valutazione Multidimensionale del bisogno della persona in UVI, garantisce l’accesso appropriato ai servizi sociosanitari e programma l’attivazione e l’integrazione della rete dei servizi sociali e sanitari. L’Unità di Valutazione Integrata (UVI) è un’equipe socio-sanitaria multidisciplinare integrata, composta da personale dei Distretti e dei Comuni.